Archivio Mensile: Ottobre 2017

FORUM DI “PIETRARSA…UN ANNO DOPO”

Forum di “Pietrarsa..un anno dopo – La cura del ferro oggi e domani” che si terrà mercoledì 15 novembre prossimo presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (NA) secondo il programma allegato.

Per facilitare l’ingresso all’evento si prega registrarsi al link Registrazione ONLINE

Programma-Pietrarsa… un anno dopo

BPCS – CANNED FOOD – 22/23/24 NOVEMBRE 2017 – ACCSEA NAPOLI

Abbiamo il piacere di informarVi che l’Accsea ospiterà presso la propria sede il 22/23/24 novembre p.v. il corso “BETTER PROCESS CONTROL SCHOOL – CANNED FOOD” rivolto alle aziende produttrici di conserve agroalimentari data anche l’importanza attribuita dalle autorità degli Stati Uniti alla nuova regolamentazione sui controlli dei prodotti alimentari ed ovvio alla loro esportazione (nuova normativa obbligatoria).
Invitiamo pertanto le aziende Associate a pubblicizzare l’iniziativa tra i propri clienti del settore agroalimentare.
In allegato troverete il programma del corso con tutti i riferimenti dell’ente organizzatore (ESI).

La Segreteria Accsea resta a Vs. disposizione per eventuali chiarimenti in merito.

AGENDA CORSO BPCS NAPOLI

TRASPORTO

Carta di Qualificazione del Conducente scaduta da oltre 2 anni – Circolare Ministero dei Trasporti 9 ottobre 2017

La Direzione Generale della Motorizzazione nel ricordare che il rinnovo della qualificazione CQC scaduta da oltre 2 anni è subordinata alla frequenza di un corso di formazione periodica ed allo svolgimento con esito positivo delle prove d’esame, precisa che tali prove ricomprendono sia la parte “comune” che la parte “specialistica”.

Di conseguenza, a titolo di esempio, un conducente titolare sia della qualificazione CQC per il trasporto di persone scaduta da oltre due anni, che della qualificazione CQC per il trasporto di cose in corso di validità, dovrà, in ogni caso, sostenere la prova di esame sia relativa alla parte comune che alla parte specialistica.

Si ricorda, che il titolare di qualificazione CQC valida sia per il trasporto di persone che per il trasporto di cose, che frequenta un corso di formazione periodica, per rinnovare l’abilitazione ad una delle predette tipologie di trasporto, è esentato dall’obbligo di frequenza del corso di formazione periodica per l’altra tipologia. Resta comunque fermo l’obbligo di sottoporsi alle prove d’esame, nel caso in cui una delle due tipologie di abilitazione (o anche entrambe) sia scaduta da oltre 2 anni.

AGITAZIONI DI SETTORE – DATE

Di seguito sono elencate le prossime agitazioni che riguardano il ns. settore:
 
1) Sciopero delle ferrovie dalle ore 21.00 del 26 ottobre alle ore 21.00 del 27 ottobre 2017. Il personale dell’intero Gruppo FS + Trenord + NTV + altre Società Trasporto Merci. Anche se i soggetti proclamanti non sono i sindacati confederali immaginiamo che delle ripercussioni ci saranno sicuramente anche se al momento non prevedibili.
 
2) Sciopero generale dei trasporti il 30-31 ottobre proclamato dai sindacati confederali.
 
3) Sciopero dei trasporti nel porto di Genova il 2 e il 3 novembre.
Genova – Il 2 e il 3 novembre nel porto di Genova si fermeranno i tir. Le associazioni Cna-Fita, Confartigianato Trasporti, Fai-Conftrasporto, e Trasportounito hanno deciso il fermo dei servizi dei trasporti su gomma nello scalo per protesta contro i tempi di attesa e le code «insostenibili».

 

CODICE DELLA STRADA

Codice della Strada – Rilevazione infrazioni dei vettori comunitari – Circolare Ministero dell’Interno prot.n.300/A/6806/17/111/44 del 12.9.2017.

Con la circolare in oggetto il Ministero dell’Interno ha fornito le istruzioni operative riguardanti le procedure di scambio di informazioni fra Stati europei, denominato Cross Border, a seguito di gravi violazioni stradali commesse in Italia da veicoli immatricolati in un altro Paese comunitario e per le quali viene comminata una multa.

Tale sistema, disciplinato dal Decreto legislativo n. 37/2014 che ha recepito la Direttiva UE 82/2011, in seguito sostituita integralmente dalla Direttiva UE 413/2015, si avvale della Direzione Generale per la Motorizzazione quale Punto di contatto nazionale a sua volta inserito in una rete di scambio formata da altrettanti punti designati da ciascun Stato membro. Questa rete garantisce la consultazione reciproca dei dati di immatricolazione dei veicoli e degli intestatari.

Una volta acquisiti i dati dal Punto di contatto, all’intestatario del veicolo verrà spedito un plico contenente la lettera di informazione sull’infrazione, il verbale di accertamento e contestazione e il modulo di risposta attraverso cui si possa confermare o disconoscere di aver commesso l’infrazione o indicare le generalità dell’effettivo conducente, tutti tradotti nella lingua ufficiale del Paese di immatricolazione.

Persistono invece problematicità sulle modalità di riscossione delle sanzioni pecuniarie poiché ad oggi nessuna norma comunitaria prevede strumenti per l’incasso di tali somme all’estero. Tuttavia la circolare fa riferimento al Decreto legislativo n. 37/2016 che, attuando la decisione quadro del Consiglio Giustizia e Affari Interni (GAI) n. 214/2005, potrebbe rendere applicabile il principio del reciproco riconoscimento delle sanzioni pecuniarie tra gli Stati membri. Considerata la complessità del procedimento, Ministero dell’Interno e Ministero della Giustizia hanno avviato contatti per valutare congiuntamente il provvedimento e giungere a una definizione delle modalità attuative.