Archivio Mensile: Dicembre 2018

Ordine pubblico – Blocco stradale – Art. 23 del D.L. 4.10.2018, n. 13 come convertito dalla legge 1.12.2018, n. 132 su G.U. n. 281 del 3.12.2018.

Nell’ambito del decreto sicurezza ormai divenuto legge è stato previsto un robusto inasprimento del sistema sanzionatorio in caso di blocco stradale sino ad oggi ritenuto un semplice illecito amministrativo.

Le nuove disposizioni, che potrebbero avere un effetto deterrente anche sulle forme di assembramento spesso messe in atto nel settore dei trasporti e della logistica in generale, configurano infatti il reato di blocco stradale, come già avveniva per i blocchi di strade ferrate, di zone portuali e di acque interne, prevedendo la pena della reclusione da 1 a 6 anni. In particolare sarà punito “chiunque, al fine di impedire od ostacolare la libera circolazione, depone o abbandona congegni o altri oggetti di qualsiasi specie in una strada ordinaria o comunque ostruisce o ingombra una strada ordinaria”. La pena è raddoppiata se il fatto è commesso da più persone ovvero se è accompagnato da minacce o da violenza su persone o cose. Viene peraltro previsto che continuerà ad essere punito con una sanzione amministrativa (da 1 a 4 mila euro) “chiunque impedisce la libera circolazione su strada ordinaria ostruendo la stessa con il proprio corpo. La medesima sanzione si applica anche ai promotori e agli organizzatori”.

Le nuove disposizioni intervengono inoltre sul Testo Unico in materia di immigrazione prevedendo che la condanna con sentenza definitiva per il reato di blocco stradale costituirà causa ostativa all’ingresso dello straniero in Italia e conseguentemente determinerà il rifiuto o la revoca del permesso di soggiorno.

BRINDISI NATALIZIO ACCSEA

GRAZIE A CHI HA PARTECIPATO…INIZIAMO BENE IL 2019!!!

AUTOTRASPORTO

Sul sito internet dell’Agenzia Dogane Monopoli è disponibile il software per la compilazione e la stampa delle dichiarazioni dei consumi di gasolio da parte delle imprese di autotrasporto merci al fine di ottenere il recupero accise del IV trimestre 2018 (www.agenziadoganemonopoli.gov.it).

Autotrasporto – Rimborso accise IV trimestre 2018 – Termine di giovedì 31 gennaio 2019 – Nota Agenzia Dogane Monopoli n. 137938 del 17.12.2018.

Presentazione delle dichiarazioni – Le dichiarazioni vanno trasmesse tramite il Servizio Telematico Doganale – EDI da parte dei soggetti abilitati; in alternativa è possibile presentare la dichiarazione cartacea unitamente alla sua riproduzione su supporto informatico (CD-rom, DVD, pen drive USB) presso l’ufficio doganale competente in base alla sede dell’azienda. I termini per richiedere l’agevolazione restano aperti dall’1 al 31 gennaio 2019.

Consumi dichiarabili – Le istanze da presentare entro la scadenza del 31 gennaio devono riferirsi alle fatture per rifornimento di gasolio aventi data fino al 31 dicembre 2018; si sottolinea che eventuali consumi non risultanti dalle fatture non sono ammessi al beneficio. Si rammenta che sono esclusi dal rimborso i consumi relativi a veicoli di peso inferiore a 7,5 tonnellate e i consumi relativi agli Euro 2 o inferiori.

Misura del rimborso – La misura dello sconto accise per il quarto trimestre 2018 è pari a 214,18 euro per ogni mille litri di gasolio (come è noto la misura è stata fissata dall’art. 4 ter del DL n. 193/2016 che ha introdotto l’accisa per il gasolio professionale).

Fruibilità del beneficio – Lo sconto spettante può essere usufruito in compensazione dei versamenti tributari e previdenziali effettuati tramite il modello F24, decorsi 60 giorni dalla presentazione della dichiarazione (istituto del silenzio-assenso); il relativo codice tributo è 6740. In alternativa, è possibile chiedere il rimborso in denaro. Nel caso di compensazione, la stessa non è soggetta ad alcun limite di importo e può essere effettuata fino alla fine dell’anno successivo a quello in cui è sorto il credito d’imposta; eventuali eccedenze non compensate dovranno essere chieste a rimborso entro i successivi sei mesi.

18 Dicembre 2018 brindisi natalizio in ACCSEA!!!

PREVIDENZA

Incentivi per l’assunzione di donne svantaggiate – Individuazione per il 2019 dei settori con disparità occupazionale uomo/donna – D.M. 28.11.2018.

Come è noto, la riforma Fornero (art. 4, commi da 8 a 11 della legge n. 92/2012) ha introdotto dall’1 gennaio 2013 incentivi contributivi per i datori di lavoro che assumono donne di qualsiasi età disoccupate da almeno 6 mesi in settori economici caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale uomo/donna.

Il Ministero del Lavoro ha confermato anche per il 2019 il settore trasporto e magazzinaggio tra quelli ammessi all’agevolazione.

Si rammenta che l’incentivo consiste nella riduzione del 50% della contribuzione dovuta dal datore di lavoro all’INPS e all’INAIL per un periodo di 18 o 12 mesi, rispettivamente a seconda che l’assunzione sia a tempo indeterminato o a termine.