Archivio Mensile: Luglio 2017

AUTOTRASPORTO

Autotrasporto – Recupero SSN e Deduzione spese non documentate – Comunicato stampa Agenzia delle Entrate 4 luglio 2017

 L’Agenzia delle Entrate ha confermato, sulla base delle risorse finanziarie disponibili, le agevolazioni per l’anno 2017 a favore delle imprese di autotrasporto merci, inerenti il recupero del Servizio Sanitario Nazionale e le deduzioni forfettarie per le trasferte delle imprese minori.

1) le imprese di autotrasporto merci – conto terzi e conto proprio – possono recuperare nel 2017, fino a un massimo di euro 300 per ciascun veicolo (tramite compensazione in F24), le somme versate nel 2016 come contributo al Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazione per la responsabilità civile per i danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate. Il codice tributo da utilizzare per la compensazione nel modello F24 è sempre il 6793;

2) per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore (autotrasporto merci per conto di terzi) è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate (articolo 66, comma 5, primo periodo del TUIR), per il periodo d’imposta 2016, nelle seguenti misure:

– 51,00 euro per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa;

– per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, la deduzione ammonta al 35% dell’importo di cui sopra e pertanto vale 17,85 euro.

LAVORO

T.F.R. – Coefficienti di rivalutazione monetaria.

Si trascrive la tabella dei coefficienti di rivalutazione monetaria da applicare al trattamento di fine rapporto accantonato al 31 dicembre dello scorso anno, aggiornata secondo l’ultimo indice mensile dei prezzi al consumo calcolato dall’ISTAT (base 2015 = 100), secondo quanto previsto dall’art.2120 del codice civile, così come sostituito dall’art.1 legge n.297/82.

Si rammenta che i coefficienti mensili vanno utilizzati per i rapporti di lavoro risolti entro il quattordicesimo giorno del mese successivo a quello cui i coefficienti stessi si riferiscono.

COEFFICIENTI DI RIVALUTAZIONE DEL TFR ACCANTONATO AL 31.12.2016

Indice prezzi                       (dicembre 2016 = 100,3)               % di rivalutazione TFR

gennaio                                              (100,6)                                                  0,349

febbraio                                             (101,0)                                                   0,773

marzo                                                 (101,0)                                                  0,898

aprile                                                  (101,3)                                                  1,247

maggio                                                (101,1)                                                 1,223

giugno                                                 (101,0)                                                1,273

CONVENZIONE QUADRO DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO CON LA PARTHENOPE

Cari Associati, siamo lieti comunicarVI che in data 10 Luglio u.s. presso la sede dell’Università Parthenope in Napoli, l’ACCSEA, nella persona del Presidente Ermanno Giamberini, ha stipulato una Convenzione quadro di Tirocinio di Formazione ed Orientamento.

L’intento è quello di favorire ed agevolare la scelta professionale mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro nell’ambito dei processi formativi presso le aziende ns. Associate.

Invitiamo le aziende interessate a prendere contatto con la ns. Segreteria per informarsi su modalità ed iter per usufruire di stagisti e tirocinanti.

ISTAT GIUGNO 2017

Indice FOI – Istat – Giugno 2017

Si riporta di seguito l’indice dei prezzi al consumo del mese di giugno 2017 (FOI), calcolato dall’ISTAT.

L’indice di riferimento è attualizzato al mese di giugno 2017 ed è stato reso pubblico sul sito dell’Istituto Nazionale di Statistica.

Tale indice si riferisce ai prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati al netto dei consumi di tabacchi ed è utilizzato per adeguare periodicamente i valori monetari, ad esempio gli affitti o gli assegni dovuti al coniuge separato.

Indice dei prezzi al consumo (FOI)

Gen

Feb

Mar

Apr

Mag

Giu

Indice Generale

100,6

101,0

101,0

101,3

101,1

101,0

Variazione % vs mese precedente

+0,3

+0,4

0,0

+0,3

-0,2

-0,1

Variazione % vs stesso mese anno precedente

+0,9

+1,5

+1,4

+1,7

+1,4

+1,1

PREVIDENZA E LAVORO

Esonero contributivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2017 e 2018 – Circolare Inps 10 luglio 2017, n. 109

Come è noto la Legge di Bilancio per l’anno 2017 ha ristretto il campo di applicazione degli sgravi contributivi a favore delle imprese che assumono nuovi lavoratori con contratto a tempo indeterminato, limitandolo alle sole assunzioni di studenti che abbiano precedentemente svolto presso lo stesso datore di lavoro percorsi di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato di primo o terzo livello (volti al conseguimento della qualifica e del diploma professionale, del diploma di istruzione secondaria superiore ovvero di titoli di studio universitari e di alta formazione compresi i dottorati di ricerca).

L’Incentivo vale per le nuove assunzioni effettuate entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio, con contratto a tempo indeterminato, anche in apprendistato, dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. La sua durata è pari a 36 mesi a partire dalla data di assunzione o trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato anche a tempo parziale e vale anche per le assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione ancorchè la stessa sia resa verso l’utilizzatore nella forma del tempo determinato o in apprendistato.

Nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, la misura dell’incentivo è pari ai complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di un importo di esonero pari a 3.250 euro su base annua. Il periodo decontribuito sarà interamente coperto dallo Stato tramite contributi figurativi.

Come di consueto la fruizione del beneficio contributivo è subordinata al rispetto dei principi generali in materia di incentivi all’assunzione, alle norme poste a tutela della sicurezza sul lavoro ed alla regolarità contributiva.

Il periodo di godimento dell’agevolazione può essere sospeso esclusivamente nei casi di assenza obbligatoria per maternità, consentendo il differimento temporale del periodo di frizione del beneficio.

L’esonero in questione non è cumulabile con altre agevolazioni di tipo contributivo previste dalla normativa vigente mentre lo è con gli incentivi di natura economica e non può essere goduto dal datore di lavoro per più di una volta per lo stesso lavoratore.

I datori di lavoro che intendono fruire dell’agevolazione devono inoltrare domanda in via telematica all’Inps.

L’Inps riepiloga le caratteristiche dei rapporti di lavoro incentivati in termini di rapporto tra ore di studio e lavoro, le modalità di riconoscimento dell’incentivo, le istruzioni operative per effettuare i conguagli alle quali si rimanda.